News

Mercoledì 01/11/2000

Illegittimo il rilevamento dell’eccesso di velocità mediante “Telelaser”

Si tratta della prima pronuncia giurisprudenziale conosciuta in materia. Il Tribunale parte dalla considerazione che secondo l’art. 345 del Regolamento di attuazione del Codice della Strada, “le apparecchiature destinate a controllare l’osservanza dei limiti di velocità devono essere costruite in modo da raggiungere detto scopo fissando la velocità del veicolo in un dato momento in modo chiaro ed accertabile, tutelando la riservatezza dell’utente”. Secondo il Tribunale di Padova, “accertabile” non può che significare “verificabile, esaminabile, controllabile, provabile, riscontrabile, documentabile in modo oggettivo”. Tutto ciò non accade mediante il rilevamento tramite Telelaser: da qui la sentenza di cui sopra.