News

Martedì 26/07/2005

Le compagnie di assicurazione obbligate al pagamento dell’assistenza legale

Il danneggiato da un sinistro stradale ha il diritto di farsi assistere da un legale di fiducia per ottenere il risarcimento. Siccome la negazione di tale diritto lederebbe il principio di uguaglianza delle parti e il correlativo diritto alla difesa, costituzionalmente garantito, il compenso al professionista è dovuto dall’assicuratore indipendentemente dalla proposizione di una domanda giudiziale e indipendentemente dal decorso del termine di 60 giorni, a disposizione dell’assicurazione per la conclusione bonaria della vertenza e decorrente dalla comunicazione all’assicurazione del giorno, dell’ora e del luogo disponibili per l’ispezione del veicolo danneggiato. La Suprema Corte, considerando la maggiora forza economica delle compagnie di assicurazione, è giunta a tale pronuncia non ritenendo decisivo il fatto che il danneggiato potrebbe eventualmente condurre in proprio la trattativa stragiudiziale.